Francesca Lui

Note sul collezionismo di Caterina II di Russia negli anni 1770-1780

L'acquisizione delle collezioni grafiche dell'architetto Charles-Louis Clérisseau e del pittore di paesaggio Jean-Pierre-Laurent Houël da parte di Caterina II, tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta del Settecento, segna una tappa importante nell'evoluzione del gusto classicista filo-italiano della sovrana. L'analisi dei contenuti e della fisionomia di queste raccolte oggi conservate al Museo dell'Ermitage - realizzate da artisti francesi, ma con soggetto di fondo focalizzato sull'Italia dell'Antico e sui suoi paesaggi - insieme con le vicende della loro acquisizione, viene ripercorsa a partire dalle testimonianze epistolari di Caterina II nella sua corrispondenza con il suo agente a Parigi, il barone Friedrich Melchior Grimm.