Arvi Wattel

Tra privato e pubblico: i dipinti di Garofalo per San Bernardino a Ferrara

Il Museo Ermitage di San Pietroburgo conserva quattro dipinti di Garofalo che una volta appartennero al convento di San Bernardino. I dipinti costituivano una parte di un gruppo più ampio di dieci opere, che Garofalo eseguì Pro Deo negli anni tra il 1528 e il 1537 per il convento delle Clarisse Povere di Ferrara. Tre di questi dipinti furono destinati al refettorio, cinque al coro delle suore e due a cappelle indipendenti. Sebbene i dipinti fossero chiaramente realizzati per un pubblico femminile – e posti all’interno delle mura di recinzione della clausura, presumibilmente con un accesso limitato – c’è qualche ragione per credere che Garofalo intendesse indirizzarli ad un pubblico più ampio. Qualcuno infatti potrebbe chiedersi se la donazione di Garofalo alle Clarisse Povere fosse motivata solo dalla sua devozione o se invece possano entrare in gioco altre considerazioni.