La pittura italiana dal XIII al XVI secolo
Picture-4-(1).png 
Dopo la realizzazione del secondo catalogo sulla “Pittura Italiana del Seicento” dalle collezioni dell’Ermitage, presentata ufficialmente nel luglio del 2010, il 2011 è destinato al lavoro per la pubblicazione del terzo volume delle collezioni del Museo Statale Ermitage.
 
Il volume individuato dal comitato scientifico della Fondazione è dedicato alla straordinaria collezione di pittura italiana compresa tra il XIII e il XVI secolo. Si tratta, anche in questo caso, di un complesso lavoro di studio e di ricerca curato da Tatiana Kustodieva e che ha visto ancora la collaborazione di studiosi italiani e russi. Un lavoro sinergico che ha consentito la schedatura di oltre 300 dipinti, dai cosidetti pittori primitivi a quelli rinascimentali fino alla nascita della Maniera, molti dei quali vengono pubblicati per la prima volta. Il catalogo racconta la storia di una delle principali collezioni di pittura italiana nel mondo, una storia che si snoda attraverso i secoli, dall'arrivo del primo dipinto (un Garofalo) a San Pietroburgo nel 1720. Il volume vedrà catalogate le opere realizzate, in un arco cronologico di tre secoli, dai grandi artisti italiani tra cui: Beato Angelico, Botticelli, Andrea del Sarto, Leonardo da Vinci, Garofalo, Correggio, Perugino, Raffaello, Filippino Lippi ecc.

Dopo la realizzazione del secondo catalogo sulla “Pittura Italiana del Seicento” dalle collezioni dell’Ermitage, presentata ufficialmente nel luglio del 2010, il 2011 è destinato al lavoro per la pubblicazione del terzo volume delle collezioni del Museo Statale Ermitage.

La pittura italiana dal XIII al XVI secolo

Il volume individuato dal comitato scientifico della Fondazione è dedicato alla straordinaria collezione di pittura italiana compresa tra il XIII e il XVI secolo. Si tratta, anche in questo caso, di un complesso lavoro di studio e di ricerca curato da Tatiana Kustodieva e che ha visto ancora la collaborazione di studiosi italiani e russi. Un lavoro sinergico che ha consentito la schedatura di oltre 300 dipinti, dai cosidetti pittori primitivi a quelli rinascimentali fino alla nascita della Maniera, molti dei quali vengono pubblicati per la prima volta. Il catalogo racconta la storia di una delle principali collezioni di pittura italiana nel mondo, una storia che si snoda attraverso i secoli, dall'arrivo del primo dipinto (un Garofalo) a San Pietroburgo nel 1720. Il volume vedrà catalogate le opere realizzate, in un arco cronologico di tre secoli, dai grandi artisti italiani tra cui: Beato Angelico, Botticelli, Andrea del Sarto, Leonardo da Vinci, Garofalo, Correggio, Perugino, Raffaello, Filippino Lippi ecc.