Prato. Lo Stile dello Zar. Arte e Moda tra Italia e Russia dal XIV al XVIII secolo

Prato, mostra "Lo Stile dello Zar. Arte e Moda tra Italia e Russia dal XIV al XVIII secolo", Museo del Tessuto, 19 settembre 2009 – 10 gennaio 2010. Comitato di curatela Cristina Acidini, Irina Artemieva, Marco Ciatti, Daniela Degl’Innocenti, Tatiana Lekhovich, Roberta Orsi Ladini

Prato. Lo Stile dello Zar. Arte e Moda tra Italia e Russia dal XIV al XVIII secolo

“… una infinità di gentilhuomini e signori con vesti lunghe quasi alla Hungaresca, con grossi bottoni d’argento e d’oro, di drappi varij d’oro e di seta foderate variamente di zibellini, martore, hermellini, lupi cervieri e altri pelli simili con berrettoni alti in testa guarniti d’oro e perle foderati di zibellini e di volpe nera, con stivali in piè ferrati di varij colori alla Turchesca…”. Così il mercante Raffaello Barberini descrive la magnifica corte di Ivan IV nel 1565. L’immagine esprime un mondo di relazioni commerciali, diplomatiche e di costume, in cui pellicce e drappi d’oro, eccellenze manifatturiere dell’antica Moscovia e degli Stati Italiani, assumono il ruolo di protagonisti.
 
La mostra racconta, in un itinerario tra le arti, le persone, i luoghi e le cose di questo appassionante intreccio culturale, in cui spicca la figura potente dello zar. Il sovrano, abbigliato con vesti immuni alle mode, rifulgenti d’oro, d’argento e di seta, consegna alla storia un’immagine di sé fuori dal tempo, assurgendo alla sacralità di un’icona.
 
La mostra[1] è stata promossa da Regione Toscana, Provincia di Prato, Comune di Prato, Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, Agenzia per il Turismo di Prato, Fondazione Museo del Tessuto di Prato, Museo Statale Ermitage, Fondazione Ermitage Italia,   Soprintendenza per il P.S.A.E. per le Province di Firenze, Pistoia e Prato, Soprintendenza Speciale per il P.S.A.E. e per il Polo Museale della Città di Firenze, Opificio delle Pietre Dure, in collaborazione con Museo del Cremlino, Museo Statale Russo.
 


 
[1] È possibile visitare il sito della mostra all’indirizzo che segue: www.lostiledellozar.it o visitare il sito del Museo del Tessuto di Prato all’indirizzo: www.museodeltessuto.it


Logo-lungo.jpg