Arezzo. I Della Robbia. Il dialogo tra le Arti nel Rinascimento

Arezzo, mostra "I Della Robbia. Il dialogo tra le Arti nel Rinascimento", Museo Statale d’Arte Medievale e Moderna, 21 febbraio – 7 giugno 2009. A cura di Giancarlo Gentilini, Liletta Fornasari

Arezzo. I Della Robbia. Il dialogo tra le Arti nel Rinascimento

“Un’arte nuova utile e bellissima” definiva lo storico Giorgio Vasari la terracotta robbiana e l’invenzione di Luca “el primo che trovò lo invetriare le figure…queste nuove sculture le quali non ebbero che si sappia gli antichi romani”, riconoscendole di fatto una specificità tecnica, funzionale ed espressiva nel “concerto delle arti”. L’elogio intessuto nelle pagine delle Vite, proseguiva con la consapevolezza che il valore di questa straordinaria esperienza sarebbe stato celebrato da “tutti i secoli” a venire.
 
Negli anni del Vasari gli invetriati non erano più in “istima grandissima” ed è proprio questo contesto culturale a dar risalto all’apprezzamento dell’aretino per una tecnica composita difficile da collocare in quanto non più vera scultura e troppo compromessa con la pittura. Eppure proprio questa natura “mediana” ne aveva segnato le origini negli anni in cui la dimensione politecnica delle botteghe fiorentine aveva favorito il suo successo come linguaggio d’elezione di un dialogo serrato tra le arti sorelle, pittura, scultura e architettura, e le arti decorative suntuarie, quali la maiolica e la porcellana, l’oreficeria e gli smalti, le vetrate e il mosaico.
 
In questo processo, i Della Robbia, la cui bottega fu attiva e prolifica per tre generazioni nel corso del Rinascimento a partire dal capostipite Luca e proseguendo con Andrea, Giovanni e ancora Francesco, Marco, Girolamo e Luca il Giovane, hanno segnato un percorso che lascerà impronta di sé e non solo nei territori aretino e toscano.
 
L’evento[1] è stata promosso da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio, per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per la Provincia di Arezzo, Provincia di Arezzo, Comune di Arezzo, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, Banca Etruria, Regione Toscana, Agenzia per il Turismo di Arezzo, con la collaborazione di Fondazione Ermitage Italia.
 
 


 
[1] È possibile visitare il sito della mostra all’indirizzo www.mostradellarobbia.it


Logo-lungo.jpg